ASCOLI PICENO – Gli strascichi della visita del Ministro dell’Interno e segretario della Lega Matteo Salvini continuano ad animare il dibattito politico ascolano. Se a sinistra emergono malumori per il fatto che vi sia stata una divisione tra chi ha contestato il Vicepresidente del Consiglio (in Piazza Roma o in Piazza del Popolo) e i tanti candidati che invece non hanno partecipato alla contro-manifestazione, Andrea Maria Antonini, candidato per la Lega alle Comunali, ironizza invece su quella opposizione.

“Vedo gente di cinquanta – sessanta anni, gruppi di sedicenti democratici, andare a disturbare comizi di chi non-la-pensa-come-loro; io nerissimo sedicenne andavo ad ascoltare, in un angolo della piazza, i comizi dei compagni per imparare qualcosa anche dall’avversario. E non ero solo” scrive su Facebook.

“Poi di cazzate ne avrò e avremo fatte altre ma mai cedendo alla mancanza di rispetto o rendendoci pagliacci di fronte alla città. Ecco, poi si chiedono perché ad Ascoli sono rimasti quattro gatti“.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.