Milano – Si ridisegna per l’ennesima volta il campionato di Serie B, arriva oggi la notizia Palermo retrocesso all’ultimo posto.
La decisione del Tfn sugli illeciti amministrativi del club rosanero.

Il Tribunale Federale Nazionale, Sezione Disciplinare, presieduto da Cesare Mastrocola ha retrocesso il Palermo all’ultimo posto della Serie B della stagione sportiva in corso. La società è stata sanzionata per una serie di irregolarità gestionali da parte di alcuni ex dirigenti.

Il Tfn ha dichiarato inammissibile il deferimento nei confronti di Maurizio Zamparini, all’epoca dei fatti presidente del Consiglio di Amministrazione del Palermo, mentre ha inflitto 5 anni di inibizione con preclusione ad Anastasio Morosi e 2 anni di inibizione a Giovanni Giammarva, rispettivamente presidente del Collegio sindacale e presidente del Consiglio di Amministrazione della società.

https://www.figc.it/media/87986/cu-n-63.pdf

Lascia la Seie B una delle piazze più importanti del calcio nazionale che va ad aggiungersi ad altri fallimenti avvenuti negli ultimi anni.

L’Ascoli può solo rammaricarsi di non avere creduto troppo nel raggiungimento dei play off così vicini e così alla portata di mano. Cosmi può festeggiare un’altra incredibile salvezza arrivata questa stagione con il Venezia, insomma il campionato di Serie B non annoia mai.

Ultim’ora: Il Consiglio direttivo della Lega Serie B, dopo la sentenza del Tfn che ha disposto la retrocessione del Palermo,”ha deliberato all’ unanimità di renderla immediatamente esecutiva e di procedere con le partite dei playoff con le date programmate lo scorso 29 aprile”. “Le quattro squadre retrocesse in C sono dunque Foggia, Padova, Carpi (come determinato dal campo), e Palermo (come deciso dalla giustizia sportiva)”. Niente playout, quindi, e Salernitana e Venezia salve. Il Perugia parteciperà ai playoff.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.