ANCONA – “Un segnale forte per il rilancio dell’artigianato marchigiano” arriva dai nuovi bandi della Regione che stanziano 3,2 milioni di euro per la nascita di nuove imprese, la digitalizzazione e la valorizzazione delle produzioni del settore artistico, tipico e tradizionale.

Fino al 15 luglio 2019 sarà possibile inviare le domande per ottenere i contributi che favoriranno, sottolinea l’assessora all’Artigianato, il consolidamento e la crescita di uno dei settori trainanti dell’economia regionale. La nascita delle nuove imprese potrà contare su un sostegno massimo di 25 mila euro, mentre la digitalizzazione delle attività artigiane fino a 10 mila euro delle spese ammissibili.

Le imprese che hanno ottenuto il riconoscimento di appartenenza del settore artistico potranno beneficiare di agevolazioni fino a 25 mila euro per l’ammodernamento dei laboratori e l’acquisto di macchinari, fino a 15 mila euro a favore dei progetti di commercializzazione dei prodotti.

Quest’ultimi potranno riguardare anche l’allestimento e la gestione di location per la vendita e la promozione delle eccellenze artigiane e progetti di sostegno del logotipo “1M Marche eccellenza artigiana”. Le domande vanno inviate con modalità telematica. Tutte le informazioni sul sito della Regione Marche.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.