SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Forse il dado non è tratto, ma l’ingranaggio è più che avviato. Parliamo dell’Ospedale Unico del Piceno, che, secondo la Regione e il voto dell’assemblea dei sindaci piceni, dovrebbe realizzarsi a Spinetoli. Nonostante le avversioni che arrivano sia dalla Riviera, con un combattivo comitato “Madonna del Soccorso”, sia ad Ascoli dove i due candidati al ballottaggio, Celani e Fioravanti, si dicono contrari alla scelta tanto da farne il primo punto della loro campagna elettorale.

Secondo un articolo de Il Resto del Carlino, a firma di Giovanni Desideri, pubblicato in data odierna 4 giugno, la Regione ha già avviato il procedimento per la progettazione, prima attraverso l’analisi dei campioni di falda eseguita dallo studio Cia Lab di San Benedetto (l’incarico è stato affidato un mese fa come verificato da Piceno Oggi), e attualmente la progettazione vera e propria sarebbe affidata alla Sagi Srl sempre di San Benedetto. Area che dai 37 ettari iniziali compresi tra Spinetoli e Colli del Tronto si ridurrebbe a 18 ettari tutti in territorio di Spinetoli.

Azienda, quest’ultima, presieduta dall’ingegner Maurizio Ciarrocchi e molto conosciuta in zona per l’attività ultradecennale (a San Benedetto tra l’altro realizzarono il PalaRiviera e il Palazzo di via Turati attraverso due project financing).


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.