ASCOLI PICENO – Finalmente torna un appuntamento molto atteso nel nostro territorio.

RisorgiMarche 2019 vedrà la luce. Ci sarà un atto terzo con tanti concerti sui prati delle Marche per dare sostegno alle popolazioni colpite dai sisma 2016 e riscoprire le bellezze della natura insieme alla musica e non solo.

Ad annunciare il Festival è lo stesso direttore artistico, Neri Marcorè, con un video e una nota: “Vi abbiamo fatto attendere per capire se e quando sarebbe partita la terza edizione. In questi mesi abbiamo riflettuto molto sul significato del Festival, sull’incredibile lavoro fatto e sui risultati raggiunti. Ma abbiamo riflettuto soprattutto sul futuro, su cosa vogliamo che RisorgiMarche sia. Perché oggi non ci si può accontentare – si legge nel testo diramato –  Quello che RisorgiMarche ha innescato nei suoi primi 2 anni va oltre il semplice concerto su un prato, tra la bellezze delle nostre montagne. Va oltre l’incontro di migliaia di persone, oltre l’impegno di istituzioni, associazioni e partner privati”

“Qui, grazie al vostro supporto e alla vostra correttezza, è stato veicolato un messaggio inequivocabile, e cioè che queste comunità, nonostante tutto, sono ancora vive e lottano quotidianamente per continuare ad esserlo. A noi, insieme a tutti voi, il compito di rendere ancora più significativo il cammino intrapreso. Continuiamo a camminare, popolo di RisorgiMarche” si conclude la nota.

Qui il video di Neri Marcorè diramato sui social da RisorgiMarche

RisorgiMarche, verso l'edizione 2019

Finalmente RisorgiMarche.Vi abbiamo fatto attendere per capire se e quando sarebbe partita la terza edizione.In questi mesi abbiamo riflettuto molto sul significato del festival, sull’incredibile lavoro fatto e sui risultati raggiunti.Ma abbiamo riflettuto soprattutto sul futuro, su cosa vogliamo che RisorgiMarche sia. Perché oggi non ci si può “accontentare”.Quello che RisorgiMarche ha innescato nei suoi primi 2 anni va oltre il semplice concerto su un prato, tra la bellezze delle nostre montagne.Va oltre l’incontro di migliaia di persone, oltre l’impegno di istituzioni, associazioni e partner privati.Qui, grazie al vostro supporto e alla vostra correttezza, è stato veicolato un messaggio inequivocabile, e cioè che queste comunità, nonostante tutto, sono ancora vive e lottano quotidianamente per continuare ad esserlo.A noi – insieme a tutti voi – il compito di rendere ancora più significativo il cammino intrapreso.Continuiamo a camminare, popolo di RisorgiMarche.

Gepostet von RisorgiMarche am Freitag, 7. Juni 2019


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.