ASCOLI PICENO – Continuano serrate le operazioni di controllo coordinato del territorio da parte del Comando Provinciale della Guardia di Finanza ascolana, volte a contrastare lo spaccio di sostanze stupefacenti.

Nel corso di un servizio di perlustrazione e pattugliamento nel centro cittadino di Ascoli, i militari del locale Nucleo Polizia Economico-Finanziaria Ascoli Piceno avvertivano un forte ed acre odore tipico della marijuana, provenire dalla finestra di un garage che era stata oscurata con del materiale plastico. Dopo aver effettuato appostamenti e approfondimenti sul posto, tramite le banche dati in uso al Corpo riuscivano a identificare e rintracciare così il proprietario dell’immobile, procedendo all’immediato accesso nel locale per le ricerche ed i riscontri del caso.

In un ripostiglio, al cui interno era stato ricavato un box con dei pannelli di legno, gli investigatori hanno rinvenuto alcune piante di marijuana, alte circa un metro e mezzo, per un peso complessivo di grammi 605,41, accuratamente appese a dei fili per l’essiccazione, quest’ultima garantita da un artigianale sistema di aerazione tramite un motore aspirante collegato a dei tubi.

Nel corso della perquisizione domiciliare, estesa anche all’abitazione del proprietario, un trentasettenne ascolano, sono stati rinvenuti e sottoposti a sequestro ulteriori 20 grammi circa della stessa sostanza stupefacente.

Tutto il quantitativo di droga veniva avviato alle analisi chimiche di rito e alla successiva distruzione, mentre il responsabile denunciato a piede libero alla locale Autorità Giudiziaria.

 


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.