ANCONA – Esportazioni marchigiane in crescita nel primo trimestre dell’anno: i dati Istat, fa sapere Confindustria Marche, hanno registrato una variazione positiva del 5,8% rispetto allo stesso periodo del 2018, più consistente della media nazionale (+2%) ma inferiore a quella media delle regioni centrali (+15,1%) trainata da brillanti risultati di Toscana e Lazio a quanto riportato da una nota dell’Ansa.

Il peso dell’export regionale sul totale nazionale è cresciuto (dal 2,6% al 2,7%) rispetto al primo trimestre 2018. In crescita sono risultate le vendite verso i Paesi Ue (+10,9%) mentre hanno registrato una flessione quelle verso i Paesi extra Ue (-2,1%).

A livello provinciale eccellente performance di Pesaro Urbino (+35,6%; +7,1% al netto della componente nautica). In crescita l’export della provincia di Macerata (2,2%). In flessione le altre province: Ancona -1,4%, Ascoli -3%, Fermo (-8,6%). Bene in particolare le esportazioni di carta e prodotti in carta (+12,4%), alimentari e bevande (+12,2%), tessili (+5,4%), autoveicoli (+12,4%).


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.