ASCOLI PICENO – Di seguito una nota di Valerio Pignotti e Giacomo Cagnoli rispettivamente coordinatori della Regione Marche e Umbria di Forza Italia Giovani.

“La ricostruzione nelle aree terremotate del centro Italia dopo tre anni non è partita, le pratiche sono paralizzate, il Commissario ne prende atto ma invece di lavorare per trovare soluzioni, assegna in modo assurdo responsabilità.  Il Prof. Farabollini anziché farsi carico di eliminare la burocrazia, snellire le pratiche, potenziare gli uffici per velocizzare i processi, preferisce fare polemica con Regioni, Provincie, Comuni, residenti e addirittura con il Papa.

Era chiaro fin da subito che il Governo gialloverde avrebbe abbandonato i terremotati, dato che già nel contratto di Governo non era inserito nemmeno un apposito paragrafo per questo tragico evento. Solo passerelle e proclami, zero fatti. Addirittura, nel corso dell’esame del Decreto Sblocca Cantieri, il Governo ha pressoché ignorato tutte le richieste presentate dall’Anci e dalle Regioni. Una delle poche novità l’emendamento a firma M5S e Lega all’articolo 22 dello sblocca cantieri dove è stato inserito un fondo di ottantamila euro per ognuno degli anni 2019 e 2020 destinato a spese di viaggio, vitto e alloggio del commissario e degli esperti. Velocizzare la ricostruzione abbiamo capito tutti che non è una priorità, lavorare affinché l’entroterra possa tornare a ripopolarsi non conviene. Sono prioritari rimborsi per chi giornalmente produce scuse per difendere l’operato del Governo e per giustificare l’assenza di una vera strategia che acceleri la ricostruzione. Ecco il Governo del cambiamento”.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.