MONTEDINOVE – Una pattuglia della Stazione Carabinieri Forestale di Castignano ha rinvenuto nell’Ascolano, il 9 luglio, un esemplare di lupo maschio (Canis lupus) privo di vita, ai margini della strada provinciale.

È accaduto a Montedinove in contrada Lapedona.

La causa della morte, visto la posizione della carcassa, potrebbe essere riconducibile ad investimento da parte di un autoveicolo ma i militari vogliono comunque vederci chiaro.

L’esemplare, non avendo segni manifesti di traumi o ferite, è stato trasportato presso l’Istituto Zooprofilattico di Fermo per i conseguenti e necessari accertamenti veterinari, volti a chiarire le cause del decesso.

Il lupo (Canis lupus) rappresenta una delle specie più emblematiche del nostro patrimonio naturale e culturale e risulta particolarmente protetta ai sensi della legge 157 dell’11 febbraio 1992. Tale normativa ne proibisce la cattura, l’uccisione la detenzione e il commercio. 

Tra le principali minacce alla conservazione della popolazione c’è infatti la mortalità di origine antropogenica, per le quali mancano stime attendibili dell’impatto complessivo, incidenti stradali, bracconaggio, malattie trasmesse da animali domestici, l’ibridazione con il cane che mette a rischio il patrimonio genetico del lupo, il generale conflitto con le attività antropiche e i danni all’allevamento.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.