ASCOLI PICENO – La Regione Marche ha destinato altri 2 milioni di euro per finanziare gli investimenti delle aziende agricole, sostenuti con i fondi del Programma di sviluppo rurale 2014-2020. A disposizione di sono ora 26,6 milioni di euro. Il bando del 2017 (il 4.1) ha riscosso un successo enorme, da parte degli imprenditori agricoli: sono pervenute 570 domande per 59 milioni di investimenti programmati. È il terzo rifinanziamento del bando, partito con una dotazione iniziale di 12,5 milioni, poi incrementata con altri 7,1 milioni, con successivi 5 milioni e con gli attuali 2 milioni.

“Tutte risorse reperite con economie varie, che mettiamo a disposizione del mondo agricolo per offrire una risposta adeguata alle richieste pervenute – evidenzia la vice presidente Anna Casini, assessore all’Agricoltura – Si è trattato dell’ultimo bando di questo periodo di programmazione che ha interessato tutto il territorio regionale, non solo quello terremotato. Prevedeva un’ampia possibilità di interventi ammissibili che spaziava dalla ristrutturazione e costruzione dei fabbricati, alla lavorazione e conservazione dei prodotti agricoli, la realizzazione di punti vendita, la produzione di energia rinnovabile, il miglioramento fondiario, l’acquisto di macchine e attrezzature, di terreni per favorire l’insediamento dei giovani agricoltori. Attraverso il bando l’agricoltura marchigiana ha avuto la possibilità di migliorarsi, qualificarsi, guardare al futuro con maggior entusiasmo e opportunità di crescita”.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.