ASCOLI PICENO – L’associazione Culturale L’Aula del Sorriso ha presentato  la “Festa della Pizza”, iniziativa organizzata dall’associazione che  si terrà a Villa Pigna in piazza Bolivar dal 18 al 21 luglio dalle 19 alle 24. Il ricavato delle serate sarà destinato ad un progetto rivolto ai ragazzi disabili.

Iniziativa dal doppio scopo, sia aggregativo che solidale che inoltre vede accanto partner imporatanti tra cui Molino Agostini, che fornirà una farina molto particolare creata dalla macinazione a pietra di due antichi grani locali.Al termine della conferenza un breve  seminario delle farine tenuto dal molino Agostini e da Amato Laurenzi maestro pizzaiolo.

Gli organizzatori raccontano come è nata l’iniziativa: “Vorremmo inserire i ragazzi disabili nel mondo del lavoro nelle pizzerie aderenti. Siamo in collegamento con tante pizzerie ma anche con Amato Laurenzi maestro pizzaiolo, vorremo formare i ragazzi per insegnare a fare l’impasto se riusciamo entro l’anno a partire con i corsi siamo disponibili. Insieme anche ai Pallonari Dell’Ascoli Calcio, gruppo di tifosi con i quali abbiamo fatto diversi eventi simili portiamo avanti anche questa iniziativa.”

“L’iniziativa dedicata alla pizza prevede ogni sera un gruppo musicale diverso e poi il 21 serata di picco con una sfilata di tre ditte che ci hanno appoggiato circa 20 ragazzi che sfileranno. Speriamo di raggiungere lo scopo per partire e mettere qualche mattone per questo evento. Ringraziamo il sindaco di Folignano che ci ha appoggiato in tutto.”

Amato Laurenzi, maestro Pizzaiolo :”Credo fortemente in questo progetto, la location ha un buon bacino di utenza sperando di portare qui a Villa Pigna molte persone. Ci sarà una serata dedicata ai grani antichi, lo Iervicella tipico della zona picena coltivata fino agli anni’70 e il Solina antico grano abruzzese, grani che poi hanno lasciato spazio all’introduzione di grani moderni uno dei motivi per il quale sono aunmentate le intolleranze. Tornando al grano antico con una coltivazione bio come fa il Molino Agostini ci sarà la possibilità di mangiare un grano più digeribile, farina creata con la macinatura a pietra. Lavoreremo la farina Bio 0 e 00 che ben manipolata e lavorata avendo solo glutine ed essendo più elastica è prediletta ma dandole una lunga lievitazione si riesce a trasformare gli zuccheri composti in semplici.”

Il sindaco di Folignano, Matteo Terrani:”Ringrazio gli organizzatori che hanno deciso di investire nel nostro territorio un evento importante non solo per la funzione aggregativa tipica degli eventi legati al food. Villa Pigna e Folignano vengono considerati un comune dormitorio alle porte di Ascoli e organizzare iniziative come queste è importantissimo proprio per la funzione di socializzazione e tengono vivo il territorio lo abbiamo inserito nel calendario delle attività estive. Inoltre sottolineo il fatto che la funzione sociale che ha questo evento è fondamentale, lo scopo nobile di raccolta fondi va sottolineato e merita un plauso da tutta l’amministrazione comunale. ”

Manuele Vallorani responsabile commerciale della Molino Agostini:” Siamo molto lieti di collaborare e contribuire ad eventi a scopo solidale e ci fa piacere che si svolga nella nostra provincia. La nostra azienda nasce nel dopo guerra tipico molino tradizionale cresciuto negli anni poi a fine anni’90 Roberto Agostini frequenta una scuola per mugnai e da lì stravolge l’azienda diventando bio dedicato e attualmente siamo uno dei pochissimi molini bio dedicati di Italia e lavoriamo solo con il territorio. Abbiamo scelto di utilizzare per la sagra una farina fatta da noi da due antichi grani lo Iervicella coltivato solo nelle nostre zone a Montegilberto, grano antico tenero e ha un odore e un gusto particolar di erba, ha poco glutine nobile e digeribili e il Solina grano antico abruzzese coltivato in alta montagna abbiamo fatto questa miscela manciata a pietra(fatta dallo sfregamento dei chicchi) mantiene il gusto ma soprattutto le caratteristiche è semi integrale.”


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.