ASCOLI PICENO – Si preannuncia una giornata intensa per i Sindaci e i Consiglieri Provinciali che, nella seduta del 18 luglio saranno chiamati ad esaminare lo schema di rendiconto di gestione 2018 della Provincia ad Ascoli.

L’ordine del giorno prevede che il Consiglio Provinciale approvi il documento contabile di rendicontazione che sarà subito dopo sottoposto all’esame dell’Assemblea dei Sindaci per l’espressione del parere di competenza. Quindi tornerà a riunirsi l’assise provinciale per l’approvazione definitiva concludendo il complesso iter contemplato dalla normativa.

“Il disavanzo di amministrazione continua a ridursi passando dai 18 milioni e 600 mila euro del Rendiconto 2017 ai 16 milioni e 600 mila euro del Rendiconto 2018 – ha evidenziato il Presidente della Provincia Fabiani – un obiettivo conseguito anche per effetto della riduzione del debito verso la Cassa Depositi e Prestiti e sia, soprattutto, per la definizione di due importanti transazioni con il Comune di Ascoli Piceno e con il Credito Fondiario che ha ridotto sensibilmente l’esposizione per perdite future relativamente ad un accordo di programma sulla metanizzazione, nonché grazie ad una liberatoria da impegno fidejussorio a favore del Consorzio Piceno Consind per un mutuo da questi contratto”.

L’Assemblea dei Sindaci, nella stessa seduta, procederà inoltre all’elezione dei due componenti del Consiglio delle Autonomie Locali, organo deputato ad esprimere i pareri sulle leggi regionali. Il Consiglio Provinciale si pronuncerà infine su due provvedimenti: l’approvazione dello schema di convenzione per la gestione in forma associata del servizio “Servizi e Infrastrutture a rete” tra la Provincia di Ascoli Piceno e l’ATOO 5 Marche Sud e l’approvazione dello schema di convenzione per la gestione in forma associata del servizio “Tutela e valorizzazione ambientale” tra le Province di Ascoli Piceno e Fermo.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.