ARQUATA DEL TRONTO – Una nuova realtà imprenditoriale nel cratere del terremoto. Un segno di speranza per la rinascita. La cooperativa agricola Agriarquata nasce con l’obiettivo di valorizzare i vini di qualità del territorio, a cominciare dal vitigno Pecorino. Con l’iniziativa “Terra divina”, che si svolgerà domani, giovedì 18 luglio, alle 9.30 nell’azienda Paoli Group nella frazione Pescara del Tronto di Arquata del Tronto (Ascoli Piceno), Agriarquata, che aderisce a Legacoop Marche, presenterà alla comunità il suo progetto d’impresa e i primi passi concreti per la sua realizzazione, con la nuova cantina.

Agriarquata è stata fra le 11 idee imprenditoriali per la formazione di nuove cooperative nelle Marche che si sono aggiudicate lo scorso anno il bando Centro Italia Reload, voluto da Legacoop proprio per far rinascere i territori colpiti dal sisma del 2016.

Alla presentazione “Terra divina”, coordinata da Simone Cecchettini, responsabile Agroalimentare Legacoop Marche, dopo i saluti del sindaco di Arquata del Tronto, Aleandro Petrucci,  Giacomo Eupizi, presidente Agriarquata, Ido Perozzi, presidente cooperativa Vinea, Gino Sabatini, presidente della Camera di Commercio delle Marche, Mauro Lusetti, presidente nazionale Legacoop, e Anna Casini, vicepresidente Regione Marche. Parteciperanno all’incontro Filippo Mestichelli e Francesco Trovarelli per la presentazione del progetto 3D, Sergio Fabiani, presidente della Provincia di Ascoli Piceno, Alberto Neri, direttore Intesa San Paolo direzione Impact, Domenico Gentili, presidente Gal Piceno, con Rita Stentella, prefetto di Ascoli Piceno, i sindaci del territorio, le associazioni di categoria e sindacali.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.