ASCOLI PICENO – Di seguito una nota della segreteria provinciale del Pd. L’argomento è la gestione dei rifiuti.

“A seguito del comitato dell’Assemblea territoriale d’Ambito riunitasi la scorsa settimana, la direzione provinciale del Partito Democratico ha approvato, giovedì scorso, il seguente documento al fine di caratterizzare il nuovo piano in maniera sostenibile e lungimirante. Occorre partire dall’introduzione della tariffa puntuale, tema su cui la Regione Marche si è già pronunciata, così da favorire sia la raccolta differenziata che pratiche di riduzione dei consumi.

È necessaria una attenta analisi delle abitudini di consumo e produzione dei produttori di rifiuti, così da ripensare e migliorare la strategia da porre in essere. Vanno favorite e sostenute sia le pratiche di riuso che percorsi di sensibilizzazione, educazione e promozione, al fine di ridurre il conferimento in discarica. Best practices come il compostaggio domestico, l’utilizzo di prodotti alla spina non sono chimere ma esempi già esistenti in molte realtà della provincia, che vanno riprese e sostenute. Questo percorso andrà per forza di cose fatto anche con le attività turistiche, così da disincentivare l’utilizzo di prodotti usa e getta, monoporzioni e via dicendo.

Fondamentale sarà, poi, chiudere per sempre gli impianti esistenti, ponendo in essere i capping definitivi delle vasche esaurite e garantendo il post mortem pagato dai cittadini. Non possono essere più tollerati nuovi ampliamenti, nuove vasche o sormonti a Relluce e nella valle del Bretta, così da evitare la concentrazione dei disagi di tutti i rifiuti della provincia su pochi cittadini. Per anni, infatti, questi territori sono stati violati senza regole e senza rispetto: occorre provvedere al risanamento di queste valli dando vita ad una politica dei rifiuti che salvaguardi sia la salute pubblica che l’ambiente.

Le recenti ordinanze di diffida, il diniego della VIA e tutti i provvedimenti che hanno interessato i due siti dimostrano che non sono adatti. La politica non deve e non può interessarsi solo alle tariffe, ma deve farsi carico di pianificare e progettare scelte sostenibili per i cittadini che vivono e vivranno quei luoghi. Il Partito Democratico provinciale chiede, pertanto, al Presidente Fabiani e a tutti i consiglieri provinciali di porre in essere tutte quelle azioni al fine di attuare quanto stabilito e votato in Direzione”.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.