OFFIDA – Si è tenuto nel tardo pomeriggio di mercoledì 31 luglio, il secondo Consiglio comunale, dopo quello di insediamento che aveva come punti più salienti l’Assestamento Generale del Bilancio di Previsione e la verifica degli Equilibri di Bilancio per l’esercizio 2019; inoltre è stato presentato il Dup (Documento Unico di Programmazione) per il triennio 2020-2022.

In apertura il sindaco Luigi Massa ha dato risposta ad una interrogazione della minoranza riguardante interventi di messa in sicurezza di un tratto viario di via 1° maggio informando che si interverrà a breve in via transitoria e programmando, da subito, un intervento risolutivo che sarà realizzato nel prossimo esercizio.

Il Consiglio ha, tra i primi punti, preso atto della costituzione dei Gruppi Consiliari e dei relativi Capigruppo: Alessandro Straccia per la maggioranza e Piergiorgio Piccinini per la minoranza. Il Consiglio ha anche provveduto alla nomina delle Commissioni Consiliari che si inseriranno già dalla settimana prossima.

Si sono quindi discussi i punti finanziari. “Una manovra di assestamento virtuosa – commenta il Sindaco Luigi Massa – gli uffici comunali, in base alle previsioni, hanno verificato lo stato dei conti e possiamo rilevare nuove entrate importanti che sono il frutto di capacità amministrativa e di interlocuzione con livelli istituzionali superiori. Certifichiamo una situazione finanziaria in linea con le previsioni di bilancio ed una solidità dei conti che è, storicamente, caratteristica dell’amministrazione di Offida”. La manovra individua risorse che saranno impiegate sul sociale, sul nostro nido d’infanzia e piccole manutenzioni del plesso scolastico e sulle attività turistico/culturali.

Dal lato patrimoniale, grazie all’approvazione di un progetto che beneficerà dei fondi otto per mille dell’Irpef, si incrementa la disponibilità per le opere di ristrutturazione del Santuario del Miracolo Eucaristico che verranno messe in cantiere. Ancora 50 mila euro, di provenienza statale, stanziati per interventi di efficientamento energetico e in conto capitale.

Durante il Consiglio è stato approvato a maggioranza anche il Dup, il documento programmatico triennale, attualmente provvisorio ma che diventerà definitivo dopo il passaggio in Consiglio del Bilancio di esercizio 2020.  “Il primo quadro del Dup – continua Massa – riguarda il fabbisogno di personale e ci dà consapevolezza delle capacità assunzionali del nostro ente, a riprova dei conti in ordine. Avvieremo a settembre un bando di concorso per l’assunzione in pianta stabile di un nuovo agente di polizia locale. Inoltre sono programmate le opere pubbliche. Posso già anticipare che già da settembre partirà l’iter per la realizzazione della prima: il nuovo parcheggio Borgo d’Italia in centro storico, che rientra nella strategia di verifica spazi sosta e viabilità urbana”.

La minoranza ha espresso un parere negativo sui punti, lamentando di aver avuto poco tempo per analizzare la documentazione. Il Sindaco ha replicato che la messa a disposizione dei documenti è avvenuta nei termini statutari: “Ogni consigliere deve farsi capace di proporre interventi costruttivi. I passaggi tecnici, come quello di un assestamento di bilancio, hanno tempistiche che dovrebbero essere note a dei Consiglieri comunali in quanto fissati dalle Leggi. Tutti gli assessori sono a disposizione per chiarimenti”

Un ulteriore punto approvato a maggioranza è stato il conferimento, tramite aumento di capitale, alla Società Energie Offida, interamente di proprietà comunale, della parte di reti ancora di proprietà del Comune: “Un’importante delibera di razionalizzazione del settore che mette la Società nella possibilità di programmare al meglio la gestione delle nostre reti elettriche, cosa che di fatto fa già dal 2003, e che ha impatto nullo sul patrimonio comunale essendo la Società totalmente in house. Anzi, il conferimento riduce e razionalizza costi amministrativi e di gestione. I valori dell’operazione sono determinati da una perizia giurata –  deposita lo scorso marzo e quindi a disposizione da mesi –  che hanno mappato, esaminato e valorizzato l’intera nostra rete di distribuzione elettrica”.

Di fronte al voto contrario da parte della minoranza che ha lamentato la difficoltà nel poter valutare adeguatamente i valori e le motivazioni dell’operazione, la maggioranza ha ribadito che i contorni di razionalizzazione ed efficientamento operativo sono stati chiaramente espressi in delibera e che non esiste garanzia maggiore di una perizia di stima giurata e depositata in tribunale a disposizione da mesi per la visione.

All’ultimo punto all’ordine del giorno il Consiglio ha approvato uno schema di convenzione per la gestione congiunta del Servizio di Segreteria Comunale con i Comuni di Ripatransone e Venarotta.

 


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.