ASCOLI PICENO – Nell’ambito dei servizi di prevenzione e repressione del crimine diffuso nel capoluogo, in particolare contro i reati predatori, personale della Polizia ascolana, stamattina, 14 agosto, nel quartiere Monticelli di Ascoli è intervenuta per un sopralluogo fuori da alcune abitazioni, evidentemente prese di mira da ignoti malfattori, intenzionati ad approfittare delle vacanze estive dei proprietari di casa.

Attenti cittadini avevano segnalato infatti alcune fascette di plastica trasparente, quasi invisibili, infilate nella porta d’ingresso. Non ci è voluto molto per comprendere che si tratta di espedienti utilizzati per capire se il proprietario torna a casa di notte. E, in caso contrario, i malfattori potrebbero tornare per fargli visita e svaligiarle l’abitazione.

La sezione reati predatori della Squadra Mobile è quindi intervenuta per far documentare dalla Polizia Scientifica tracce e immagini utili a comprendere l’identità dei malintenzionati.

Quanto mai attuale è allora alla vigilia di ferragosto ribadire la necessità di attuare meccanismi di prevenzione contro i furti, che vengono indicati sul sito della Polizia.

I cittadini da parte loro possono contribuire a creare nel vicinato uno spirito di reciproco sostegno, segnalando e invitando a segnalare movimenti sospetti o passaggi di estranei nei pressi dell’abitazione.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.