ASCOLI PICENO – Continuano le presentazioni in casa Ascoli dei nuovi acquisti, quest’oggi il direttore sportivo Antonio Tesoro ha introdotto ufficialmente in casa bianconera il difensore Raffaele Pucino ed il centrocampista croato Petar Brlek.

“Parliamo di due giocatori su cui riponiamo tante aspettative – le parole di Tesoro – sono state trattative un po’ lunghe. Sabato contro il Trapani sarà una partita difficilissima, da prendere con le pinze, dovremo stare molto, molto attenti, c’è un entusiasmo generale che ci galvanizza ma dovremo rimanere con i piedi per terra perché il campionato sarà molto difficile. Ci sono tante squadre che hanno investito, noi pensiamo di aver fatto la nostra parte e si ci sarà l’occasione continueremo a farlo”.

“Adesso finisce il calcio di agosto – continua il ds – che è un po’ fuorviante, dovremo metterci l’elmetto per fare un campionato soddisfacente come la piazza merita. La squadra finora ha dato segnali positivi, il gioco sta migliorando e palleggiamo molto di più, in avanti abbiamo un indice di pericolosità maggiore rispetto all’anno scorso. Il mister sta lavorando in maniera straordinaria, sta lavorando molto sugli equilibri di squadra. Sono molto felice dei nuovi giocatori arrivati, c’è chi ha avuto già un inizio travolgendo, penso a Scamacca che ha trovato subito il suo habitat naturale, così come Da Cruz ha fatto vedere sprazzi importanti”.

“Ci sono giovani che se avranno la testa potranno fare molto bene – prosegue Tesoro – penso a Chajia, così come Ferigra alla prima da professionista a volte sembrava Franco Baresi, mi ha fatto molo piacere vedere la sua personalità. Pucino è stato buttato subito in campo, è un giocatore che potrà garantirci equilibrio, ci offre diverse soluzioni. Brlek è un giocatore veramente importante, deve adattarsi al calcio italiano ma ha tanta qualità, è un giocatore che può fare la differenza in questa categoria. C’è un ottimo atteggiamento da parti di tutti, penso a Troiano che entra gli ultimi dieci minuti come stesse giocando la finale di Champion’s League”.

“Ho trovato una piazza con un entusiasmo pazzesco – le prime parole in bianconero di Pucino – non è facile vederne così tanto in una partita di Coppa Italia. Qui ho trovato un’ambiente opposto rispetto a Salerno dove l’entusiasmo si era spento. Ho giocato a sinistra e non ho problemi a farlo, ovviamente giocando a destra mi trovo più a mio agio, darò comunque tutto, l’impegno non mancherà mai. Era da due anni che mi cercavano, mi hanno fatto sentire importante, mi sento in debito con la società. Per fare un campionato importante servono giocatori importanti, non solo in campo. Mi è capitato di giocare anche da centrale, sia in una difesa a quattro che in una a cinque, i ruoli in difesa li ho fatti tutti. Ho trovato un gruppo importante fatto di persone con valori”.

“Sono molto felice di essere qui e di far parte di questo gruppo – afferma Petar Brlek – E’ presto per parlare, dobbiamo vedere come andrà il campionato, noi però siamo una squadra forte e possiamo fare una grande stagione. Mi piace giocare come mezzala, a destra o a sinistra, mi piace giocare box to box, sono però a disposizione del mister, giocherò dove vuole. Nel calcio non si sa mai quello che succederà, io sono qui per dare il mio contributo alla squadra. Ho trovato un ambiente molto buono, mi sono adattato molto bene e non vedo l’ora di cominciare. Il mister è un grande allenatore, vuole che giochiamo un bel calcio, sono sicuro che ci divertiremo con lui”.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.