SPELONGA – Salendo per i tornanti a gomito sulla suggestiva strada che dal bivio sulla Salaria, taglia le pendici del Monte Cività, si arriva a Spelonga piccolo e solitario borgo abbarbicato lungo i pendii dei Monti della Laga, tra splendidi boschi di castagno, conosciuto per una particolare festa che qui si svolge per tutto il mese di agosto con cadenza triennale.

Si tratta della ” Festa Bella ” , rievocazione storico-folkloristica della Battaglia di Lepanto, nella quale parteciparono molti spelongani. Uno degli eventi tipici e peculiari della ” Festa Bella ” è la gara podistica, che si svolge come la festa ogni tre anni, da sempre un timbro che viene apposto all’ interno dell’ allegro contenitore di eventi che contraddistingue il mese di festeggiamenti. E’ sempre stato qualcosa di più di una semplice gara , è un avvenimento che si attende per tre anni, un bagno collettivo di folla,parata di grandi atleti che hanno iscritto il loro nome nell’ albo d’oro di questa competizione : Ascenzio Cesari, Salvatore Nicosia, Giovanni Lattanzi, Daniele Dolci, Doriano Bussolotto, lo spagnolo Ramon Perea, Paolo Morelli, Giulio Monti, sono solo alcuni dei nomi dei vincitori.

La manifestazione ha sempre incluso anche gare giovanili, cromatiche e vocianti tanto belle da far venire gli occhi lucidi agli spettatori dietro le transenne, nel ricordo di una vigoria passata. La corsa cambia formula e tracciato ad ogni edizione , è stata stracittadina, circuito di mezzofondo, campionato regionale di corsa in montagna, corsa su strada di 16 chilometri. Da quattro edizioni è un ” Ecotrail ” di 12,5 chilometri , concepito come sempre da un atleta locale , globetrotter del podismo, orgoglioso del suo modo di fare sport senza tranelli, senza mezzucci, pronto ad accogliere tutti quelli che vogliono misurarsi con la corsa in natura.

Lo svolgimento della 5^ edizione era previsto per venerdì 23 agosto ma le avverse condizioni meteo di questi giorni hanno fatto slittare la gara nel pomeriggio di sabato 31 agosto,  tanti suoi amici e grandi campioni del passato hanno accettato il nuovo programma ed hanno aderito al suo nuovo invito per un’edizione che sarà un po’ revival degli anni che furono.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.