ASCOLI PICENO- L’attaccante bianconero Gianluca Scamacca ha iniziato la stagione in grande spolvero, già cinque reti all’attivo, 4 in Coppa Italia e una all’esordio in campionato.

Ascoli-Trapani, debutto in campionato con gol: “Iniziare il campionato con una vittoria era fondamentale, è stato bello segnare davanti ai nostri tifosi che si sono dimostrati il dodicesimo uomo in campo; nell’azione che ha portato alla mia marcatura ho pensato di rientrare e andare al tiro, mi è andata bene. La sostituzione? Non ero al 100%, ha fatto bene il Mister a far entrare uno più fresco”.

Su Mister Zanetti: “Ha ambizione, vuole imporre il proprio gioco, essere al suo servizio è uno stimolo oltre a una grande opportunità di crescita per me”.

Il sogno: “Fin da bambino è stato sempre quello di giocare in Serie A e in Champions”.

Idoli: “Totti e Ibrahimovic, ma non mi ispiro a nessuno, penso a creare una personalità mia, ho il mio modo di pensare, chi segue gli altri non arriva mai primo; non ho fatto ancora nulla, pian piano sto iniziando a ingranare”.

Ardemagni, Da Cruz, Ninkovic: “Insieme possiamo fare grandi cose, abbiamo caratteristiche diverse, per questo ci completiamo, ma dobbiamo lavorare ancora tanto. Sono tutti e tre giocatori di qualità assoluta, col tipo di gioco che ci fa fare il Mister è semplice intendersi con loro. La competizione nel reparto d’attacco è uno stimolo in più per migliorare, chi sa di giocare sempre non va mai oltre i propri limiti”.

Frosinone-Ascoli: “Non dobbiamo fare l’errore di pensare che sarà facile perché ha perso col Pordenone; il Frosinone ha giocatori di grande qualità che fanno un gran palleggio, è una squadra attrezzata per tornare in A, ma nel calcio tutto può succedere…”.

Obiettivi: “Arrivare più in alto possibile con l’Ascoli”.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.