ASCOLI PICENO – In un post affidato a Facebook, intitolato “Bene la fibra, meno distruggere le strade”, il consigliere comunale ascolano del Partito Democratico Francesco Ameli anticipa che porterà in Consiglio un’interrogazione sul perché a seguito dei lavori per l’installazione della fibra ottica non sia stato correttamente ripristinato il manto stradale. Di seguito la nota integrale:

“Bene la fibra. Male spaccare le strade. Da democratico non posso che essere favorevole alla realizzazione di una rete di collegamento in fibra ottica, ma quando il manto stradale viene lasciato dissestato ecco che nascono i problemi; insomma l’arrivo della fibra ottica nelle vie della città non manca mai di farsi riconoscere.

Moltissime strade a partire dal quartiere Monticelli sono segnate da solchi color rosso sbiadito, tendente al rosa che mettono in difficoltà pedoni, ciclisti e motociclisti. Dato che il Decreto Scavi (DM del 1 ottobre 2013) impone di effettuare i ripristini stradali, e visto che in molte zone i lavori sono completati, perché non viene ancora ripristinato in maniera ottimale il manto stradale? E’ vero che siamo legati alla ditta da una convenzione, ma è altrettanto vero che dobbiamo pretendere qualità. L’attenzione da parte dell’amministrazione a queste cose sarebbe già un passo in avanti.

A seguito delle segnalazioni arrivatemi in particolare dai cittadini di Monticelli sto predisponendo un’interrogazione per avere informazioni circa il rispetto della convenzione, lo scadenzario dei lavori e la tempistica del ripristino delle strade. Anche perché mi sembra che gli assessori competenti non se ne siano accorti. In altre città i lavori sono stati sospesi e si è proceduto anche a diffide e multe. Speriamo che ad Ascoli non ci si trovi a dover mettere pezze sui solchi rosa. Basterebbe solo avere cura della città”.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.