ASCOLI PICENO – “La casetta di Babbo natale a piazza Arringo per regalare giocattoli ai bambini bisognosi, i pacchi dono per le famiglie terremotate che entravano nei moduli abitativi in legno, i corsi di informazione sanitaria per i nonni che si prendono cura dei nipotini, la realizzazione della Cittadella delle attività a Pescara del Tronto”. Nella parole di Luigi Passaretti, presidente della Cna di Ascoli Pieno l’ormai lunga e consolidata sinergia fra l’Associazione e il Comitato di Ascoli Piceno della Cri. “Un’azione a tutto campo – prosegue il presidente Passaretti – che si arricchisce ora di un altro tassello con questa iniziativa solidale nel centro di Ascoli”.

L’azione Cna. E, infatti, anche in questa occasione gli artigiani della Cna hanno dato il loro contributo per un’azione che è stata, allo stesso tempo, di solidarietà e di promozione delle eccellenze e del saper fare made nel Piceno. “Come artigiani Cna – spiega Arianna Trillini, vice presidente della Cna Picena e responsabile per il Comitato Cna del Centro storico di Ascoli – abbiamo aderito all’iniziativa ‘Cri in città’ con la realizzazione di borse che richiamano nella trama e nel disegno il tema del cuore. Un contributo nostro per questa gara di solidarietà e anche un messaggio agli artigiani per dire che ognuno può contribuire con la sua arte ad azioni importanti e positive”.

Le borse “griffate” con lo slogan “sfumature di cuore”, per l’appuntamento dell’8 settembre, sono state realizzate dall’artista Barbara Brozzi. “Un nuovo percorso – conclude Francesco Balloni, direttore della Cna di Ascoli – che intraprendiamo con la Croce Rossa Italiana per indicare ai nostri artigiani un’ulteriore strada per far valere il proprio saper fare e incidere in modo significativo, con la propria creatività, nel progresso e la promozione sociale nel nostro territorio”.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.