ASCOLI PICENO – Anche la politica locale e i rappresentanti di destra di Ascoli e San Benedetto erano a Roma, in piazza Montecitorio davanti al Parlamento che in serata ha dato la fiducia al Conte Bis, per la manifestazione indetta da Lega e Fratelli d’Italia per protestare contro il nuovo governo e chiedere le elezioni.

Fra loro c’era il sindaco di Ascoli Marco Fioravanti di Fratelli d’Italia e pure una delegazione sambenedettese costituita dal vicensindaco Andrea Assenti e i consiglieri comunali Troli e Croci.

Non sono mancate, però, neppure le polemiche. Che arrivano per esempio dal consigliere comunale di Ascoli del Pd Francesco Ameli che si è sfogato su Facebook. “Mi sarebbe piaciuto che il mio sindaco piuttosto che stare in mezzo ad estremisti e saluti romani si fosse posto il problema di come risolvere problematiche serie per la città, rispettando la Costituzione” scrive il “dem”. “La #scuola media di #Monticelli è ancora tristemente chiusa e l’accordo con i privati (fatto con il soldi pubblici) sull’edilizia scolastica è al palo”.

Qui sotto il post di Ameli che evidentemente si riferisce alla corcostanza riportata da diverse fonti della presenza, alla manifestazione di ieri, di alcuni esponenti di estrema destra che hanno azzardato anche qualche saluto romano.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.