ASCOLI PICENO – Un passo in avanti nel settore immobiliare in Provincia.

Si è tenuta questa mattina nella sala “De Carolis e Ferri” di Palazzo dell’Arengo la conferenza stampa di presentazione del nuovo accordo territoriale per i Comuni della Provincia di Ascoli Piceno.

L’accordo quadro stipulato è fra le Organizzazioni della Proprietà Edilizia nello specifico Asppi, Confedilizia, Uppi, Confabitare e le Organizzazioni Sindacali degli Inquilini, di cui Sicet, Sunia, Uniat e Unione Inquilini.

Tra gli obiettivi del patto la rimodulazione delle aliquote Imu (abbattimento del 25 %) per i contratti a canone concordato, e dunque la ridimensione del canone prodotto dall’immobile.

Un’altra finalità del patto è la ricostruzione dei centri abitati che hanno subito il terremoto favorendo così il recupero abitativo. Inoltre sono stati messi in atto piani per lo sviluppo abitativo tra cui progetti per l’edilizia popolare.

Tra le ultime finalità ci sono quelle di incentivare la trasformazione di contratti in scadenza con nuovi contratti più adeguati al mercato immobiliare.

Si favorirà inoltre l’allargamento del mercato agli immobili attualmente sfitti e l’accesso alle locazioni per i settori sociali che attualmente ne sono esclusi.

L’Accordo entrerà in vigore dal prossimo 1° ottobre ed avrà validità per i successivi tre anni.

Sono intervenuti alla conferenza stampa: il Sindaco Marco Fioravanti, il Vicesindaco Gianni Silvestri, l’Assessore alle Politiche Sociali Massimiliano Brugni, il Presidente Provinciale avvocato Ramadori Fabio di Confedilizia, il delegato Regionale dell’ Uppi Bertolini Roberto, il Presidente Prov.le di Confabitare Gagliardi Riccardo, Antonio Angelini di Sicet, Antonio Ficcadenti per Sunia ed i delegati Di Matteo Luciano e Bruno Ulisse per Uniat.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.