CASTEL SANT’ANGELO SUL NERA – “A bloccare il grosso della ricostruzione sono le norme, sbloccarle significherà mettere in moto i cantieri”.

Così il presidente della Regione Marche, Luca Ceriscioli, in attesa dell’arrivo del presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, a Castel Sant’Angelo sul Nera.

“Continuiamo a dare a tecnici e cittadini strumenti ordinari – spiega – che nel nostro Paese sono già di per sé lunghi, dobbiamo invece dotarli di strumenti normativi adeguati alla situazione, altrimenti la ricostruzione procederà con questo ritmo”.

Ceriscioli resta convinto di superare il commissario straordinario unico e affidare ai presidenti di regione i poteri commissariali e “questo lo dico – sottolinea – pensando ad alcune cose che si sarebbero potute fare da mesi, come le aree camper per chi in queste zone aveva le seconde case, invece per 11 mesi la decisione è restata lì a maturare”.

La visita del premier Conte è “un segnale di nuova attenzione importante, che era mancata negli ultimi tempi”.

 


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.