ASCOLI PICENO – Dopo aver animato l’estate ascolana intrattenendo bambini e ragazzi con il grande successo del “Riù Itinerante”, lunedì 16 settembre ha riaperto ufficialmente i battenti la Ludoteca Riù di via Speranza, lo spazio ideato dal Comune di Ascoli Piceno e gestito dalla cooperativa P.A.Ge.F.Ha che mira ad educare le nuove generazioni attraverso il gioco e il divertimento, coltivando valori fondanti della società moderna quali il rispetto per l’altro, l’educazione alla sostenibilità ambientale e la cultura del riciclo.

Dal lunedì al venerdì, dalle ore 16 alle ore 19, sarà possibile partecipare ai laboratori creativi promossi dalla Ludoteca, nel corso dei quali, sotto la supervisione di insegnanti qualificati, si alterneranno momenti di formazione teorica e laboratori pratico-manuali incentrati sulla realizzazione di oggetti a partire da materiali riciclati e finalizzati allo sviluppo della creatività individuale e di gruppo.

“La Ludoteca Riù rappresenta una felice intuizione del Comune di Ascoli che l’Amministrazione ha deciso di sposare e riproporre anche quest’anno. Il rilancio e lo sviluppo della nostra città non possono in alcun modo prescindere da una corretta educazione delle nuove generazioni e, in questo senso, la Ludoteca rappresenta il posto ideale dove trascorrere delle ore all’insegna del divertimento e della condivisione in compagnia di autentici professionisti del settore come quelli della cooperativa P.A.Ge.F.Ha” ha dichiarato il sindaco Marco Fioravanti.

Grande soddisfazione espressa anche da parte dell’assessore alle Politiche Sociali Massimiliano Brugni: “Con la riapertura delle scuole tornano anche i laboratori creativi della Ludoteca Riù, un’eccellenza del nostro territorio che da anni ormai riveste un ruolo determinante per la crescita e la formazione dei nostri ragazzi. Quella della Ludoteca è una splendida e consolidata realtà cittadina che, coniugando l’aspetto ludico e quello didattico, garantisce un servizio altamente qualificato ai giovani ascolani e alle loro famiglie”.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.