ASCOLI PICENO – Dopo la splendida vittoria per 5-1 contro la Juve Stabia in Campania, l’Ascoli si prepara a tornare subito in campo contro lo Spezia, forte del terzo posto in classifica e del miglior attacco e della miglior differenza reti della Serie B. I bianconeri hanno inoltre mandato in rete in 4 partite ben 8 giocatori diversi, altro primato della cadetteria.

“Dopo il primo tempo con la Juve Stabia è successo che ho fatto quello che un’allenatore deve fare – le parole del tecnico bianconero Paolo Zanetti – non mi prendo nessun merito perché in campo sono andati i ragazzi, sono stai bravi a mettere in campo un altro cuore e ci siamo riassestati da un punto di vista tattico interpretando la partita in maniera diversa. Avevamo preparato la gara in maniera diversa, quello che mi ha dato fastidio è che non avevamo fatto quello che avevamo preparato, sotto l’aspetto emozionale dovevamo dare qualcosa in più, comunque siamo stati bravi a non subire gol, il portiere è un mio giocatore a tutti gli effetti, se para è bravura non fortuna, siamo stati invece fortunati sui pali. Eravamo chiamati ad una reazione diversa, siamo stati bravi a darci una bella svegliata. In questa categoria ogni partita è un’esame, ragioniamo partita dopo partita, incontriamo una squadra attrezzata come noi come lo Spezia, mi è piaciuta molto analizzarla perché gioca bene a calcio, ha giocatori di grande valore, non sta raccogliendo quello che merita secondo me. Noi dobbiamo confrontarci con questo tipo di partite, l’inizio è stato buono ma non significa che non dobbiamo migliorare, il percorso per diventare squadra è ancora lungo”.

Turnover? Non ci credo molto – continua il mister – per me c’è sempre, cambio la squadra in base alla partita da affrontare, ancora devo decidere su alcuni giocatori, ho ancora un po’ di tempo per decidere anche in base all’aspetto fisico. Il gol con molti giocatori diversi fa parte del mio modo di giocare, è presto per guardare i numeri ma i presupposti sono buoni. Leali? E’ stato straordinario ma va detto che anche Lanni ha fatto molto bene, è una scelta che farò con serenità. D’Elia? Sta bene anche lui. In attacco potrebbe esserci qualche variazione, quello che mi interessa è che tutti gli attaccanti stanno andando in gol, sabato ci serviva un certo tipo di caratteristiche, domani conterà anche l’aspetto fisico. E’ importante non essere dipendenti da un solo giocatore, i miei giocatori hanno capito che c’è sempre un’occasione dietro l’angolo, tutti si stanno allenando bene, anche chi adesso sta giocando poco ma che sicuramente sarà importante in futuro, mi fa piacere che dopo un gol esultino anche tutti i componenti della panchina“.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.