ASCOLI PICENO – Ieri, 23 settembre, l’assessorato al Lavoro della Regione Marche ha prorogato per 12 mesi l’indennità di mobilità ai lavoratori licenziati da un’azienda ubicata all’interno dell’area di crisi industriale complessa della Val Vibrata e della Valle del Tronto. L’erogazione è subordinata alla partecipazione da parte del lavoratore al Programma politiche attive del lavoro predisposto della Regione. Gli uffici della Cna Picena di Ascoli e San Benedetto sono a disposizione per consulenza e inoltro pratiche.

Le domande di mobilità in deroga dovranno essere presentate entro il 25 ottobre 2019.

Questi i comuni della provincia di Ascoli che fanno parte dell’area di crisi: Acquasanta Terme, Acquaviva Picena, Appignano del Tronto, Arquata del Tronto, Ascoli Piceno, Castel di Lama, Castignano, Castorano, Colli del Tronto, Comunanza, Folignano, Force, Grottammare, Maltignano, Monsampolo del Tronto, Montegallo, Montemonaco, Monteprandone, Offida, Palmiano, Ripatransone, Roccafluvione, Rotella, San Benedetto del Tronto, Rotella, Venarotta.

 


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.