ASCOLI PICENO – Alla vigilia della sfida contro il Pescara in cui l’Ascoli cercherà la rivalsa dopo la sconfitta di misura contro la Cremonese, parla l’allenatore bianconero Paolo Zanetti.

“Scamacca e Beretta sono a disposizione, quindi abili per giocare – le parole del tecnico – Il minutaggio è però ancora relativo, visto l’assenza di Ardemagni dobbiamo sfruttare le risorse che abbiamo. A Cremona abbiamo perso capitano e vice capitano, dopo la sconfitta ci siamo parlati e ci siamo detti quello che dovevamo. Vogliamo far vedere che è stato solo una prestazione opaca. La convocazione di Scamacca in Under 21? La nazionale è il capo supremo di tutto, non sarebbe giusto non mandarlo, loro valuteranno le condizioni e decideranno il da farsi, di sicuro il ragazzo non è in grado di fare due o tre partite di fila al momento”.

“Serve che tutti tirano fuori il carisma – continua il mister – l’ultima partita ha detto che ci sono stati troppi giocatori sottotono, abbiamo bisogno che tutti  i giocatori tirino fuori quello che hanno, dobbiamo migliorare sul cervello. Le idee in fase offensiva nascono da tante cose, da quello che si prova in allenamento, dalle invenzioni dei singoli e dalla cattiveria con cui attacchi l’area, c’è stata a mio avviso poca rabbia a Cremona, non solo dal punto di vista offensivo, abbiamo corso tanto e male, è stata una giornata storta sotto tutti i punti di vista. Il Pescara verrà a fare il suo, ho letto che potrebbe cambiare a livello tattico, dobbiamo essere pronti a tutto, mi aspetto un avversario che farà di tutto per metterci in difficoltà”.

“In questo momento è importante vedere il vero Ascoli – prosegue Zanetti – i tifosi ci aiutano e dobbiamo sfruttarlo, in casa non dobbiamo sbagliare mai la prestazione, una squadra deve essere completa, deve saper correre e farlo insieme, deve saper soffrire. Abbiamo talento ma dovremo unirlo ad altri aspetti, io parlo di squadra come gruppo perché quando arrivano questi momenti tutti si devono sentire all’altezza della situazione. Abbiamo il miglior attacco del campionato e subito pochi gol ma abbiamo fin qui concesso tantissime occasioni, dovremo migliorare sotto questo aspetto. In partite così sentite, così particolari, il fondo psicologico è importante, dovremo sfruttare il fattore campo e lottare su tutti i palloni come vogliono i nostri tifosi”.

“Spero di non trovarmi mai in bilico ma un allenatore si mette sempre in discussione – conclude il tecnico bianconero –  l’allenatore è sempre il primo che paga in questo ambiente un po’ malato che è il calcio, si cambia per dare una scossa ma questa deve venire dai giocatori. Ninkovic? Abbiamo parlato, Nikola è un ragazzo che ho imparato a conoscere, la reazione sbagliata dopo il cambio è una reazione che ha anche in allenamento, deve imparare a controllarsi ma sapevo che si trattava solo di questo. Ciò non toglie che non deve passare il messaggio che io mi faccia mancare di rispetto, se Ninkovic lo avesse fatto oggi sarebbe fuori rosa; ha mancato di rispetto alla società e all’ambiente Ascoli ed ha ricevuto una multa, sotto l’aspetto tecnico per me non si discute. Dobbiamo cercare di trovare un equilibrio con il nostro talento, sarebbe facile mettersi a 5 in difesa ma faremmo un altro tipo di campionato, invece noi vogliamo fare un campionato importante. Qualche novità in formazione ci sarà, ci tengo a dire però che chi a Cremona non ha fatto bene non è colpevole, la squadra soffre se non ragiona da squadra ed in questi  casi il centrocampo è il reparto che soffre di più. Andrà in campo l’Ascoli migliore che potrò schierare, a metà campo avremo delle novità, sia per avere freschezza mentale sia per avere caratteristiche che ci sono mancate contro la Cremonese”.

Sono 23 i bianconeri convocati da mister Zanetti per la sfida di domani sera con il Pescara: tornano a disposizione Beretta e Scamacca, out Ardemagni e Brosco: Lanni, Leali, Novi; Andreoni, D’Elia, Ferigra, Gravillon, Laverone, Pucino, Valentini; Brlek, Cavion, Gerbo, Padoin, Petrucci, Piccinocchi, Troiano; Beretta, Chajia, Da Cruz, Ninkovic, Rosseti, Scamacca.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.