ORTEZZANO – Una iniziativa a difesa dell’ambiente sta per essere intrapresa.

Il Comune di Ortezzano, da tempo impegnato nel miglioramento della qualità dell’ambiente e della vivibilità del territorio, a partire dalla raccolta differenziata e dall’eliminazione delle stoviglie di plastica nelle sagre e nella famosa Festa del vino, ha adottato la delibera verso la Strategia Rifiuti Zero, per intraprendere un percorso concreto in difesa dell’ambiente.

La Strategia Rifiuti Zero mira a ridurre i rifiuti indifferenziati destinati allo smaltimento in discarica o all’incenerimento e ad aumentare la raccolta differenziata, recuperando i materiali dal cassonetto, miniera urbana piena di risorse riutilizzabili.

Per fare questo è indispensabile la collaborazione dei cittadini, che con le loro mani possono separare i materiali alla fonte, prima che diventino rifiuti, e perciò inutilizzabili. La raccolta differenziata è un processo organizzativo che funziona solo se tutti partecipano e condividono l’obiettivo di migliorare il proprio territorio e il proprio futuro.

Con l’adesione alla Strategia rifiuti zero il Comune di Ortezzano intende avviare una prima fase importante di potenziamento del proprio servizio nel settore dei rifiuti, con i seguenti obiettivi:

– fare campagne di sensibilizzazione sul tema dei rifiuti e della corretta gestione delle risorse;

– verificare le problematiche presenti sul territorio e individuare soluzioni condivise;

– progettare attività innovative per tutti i temi legati all’ambiente e all’ecologia;

– introdurre sistemi di tariffazione che facciano pagare i cittadini sulla base della produzione effettiva di rifiuti non riciclabili da raccogliere.

La delibera prevede l’istituzione di un Osservatorio per monitorare il percorso verso rifiuti zero, composto da rappresentanti dell’Amministrazione, dal gestore dei rifiuti, dai cittadini e dalle associazioni di volontariato del territorio.

L’Amministrazione promuove anche un percorso didattico per la scuola primaria, dove gli alunni possono imparare come ridurre al minimo l’uso della carta, ridurre i rifiuti di cibo nelle mense, fare il compostaggio degli scarti alimentari, fare la raccolta differenziata in classe, per imparare a prevenire, riusare o riciclare i rifiuti a partire dalla scuola.

Altro tema di grande attualità riguarda la riduzione delle plastiche in mare, dove nel 2050 ci sarà più plastica che pesci, se non interveniamo subito. Per questo tutti gli alunni della scuola primaria di Ortezzano saranno dotati di una borraccia che sostituirà le bottiglie di plastica e favorirà l’uso dell’acqua del rubinetto, consentendo di risparmiare risorse preziose e salvare il nostro mare.

Infine, l’Amministrazione darà vita a un Eco-sportello, in cui gli eco-volontari svolgono attività di sensibilizzazione, diffondono materiale informativo sui giorni e gli orari di raccolta e in generale sul ciclo dei rifiuti, organizzano incontri con i cittadini, raccolgono segnalazioni e suggerimenti, si adoperano per risolvere i problemi; uno sportello, dunque, che non si limita a fornire informazioni ma si offre come punto di raccordo tra Amministrazione e cittadini.

Per conoscere la Strategia Rifiuti Zero, partecipa all’incontro con Rossano Ercolini, presidente dell’associazione Zero Waste Europe e vincitore del prestigioso Goldman Environmental Prize, il Nobel alternativo per l’ambiente, che si terrà sabato prossimo 12 ottobre alle 17.30 a Fermo in Piazza Dante, insieme al mercato di CampagnAmica.

Per informazioni: marchearifiutizero.ascoli@gmail.com


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.