ARQUATA DEL TRONTO – “Le ricostruzioni circolate in relazione alla vicenda del modulo Sae a Borgo 1 di Arquata del Tronto (dove era stata segnalata la presenza di muffa) sono un caso purtroppo frequente di denuncia via ‘social’ priva di riscontri oggettivi e spesso, come nel caso specifico, indirizzata al destinatario sbagliato”.

Così in una nota il Consorzio Arcale, incaricato della costruzione di una parte delle casette. “Un signore ha lamentato, attraverso un suo amico che ne ha scritto su un sito, infiltrazioni d’acqua, muffa e pareti sfondate nel modulo abitativo – si legge nella nota -. Di questo fatto avrebbe informato non precisati responsabili del Consorzio senza che nessuno si fosse attivato. Il Consorzio Arcale smentisce in modo risoluto questa ricostruzione dei fatti, poiché nessuna segnalazione di problemi è mai pervenuta ai nostri responsabili. Segnalazioni simili vanno indirizzate agli uffici tecnici del Comune e da questi al Consorzio”.

Ciò nonostante i tecnici di Arcale hanno preso in carico il problema.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.