ASCOLI PICENO – Si pensa alla prossima Quintana in città.

È stata presentata nella serata del 18 ottobre la lista del gruppo Tufilla Patria Nostra, candidata per il rinnovo del comitato rossonero. La lista con 18 candidati è capitanata dal 39enne Giulio Nicoletti, consigliere uscente del Sestiere di Porta Tufilla e oggi candidato caposestiere.

A sostenere la sua candidatura si sono presentati 18 aspiranti consiglieri, tra vecchie e nuove conoscenze. Sostengono la candidatura di Giulio Nicoletti, i consiglieri di “lungo corso” Accorsi Simone, Bachetti Graziano, Melosso Laura, Mancini Mirko e tanti nuovi nomi, per la prima volta candidati a ricoprire il ruolo di membro del comitato di Porta Tufilla: Amici Michela, Angelini Luca, Bachetti Guido, Cellini Claudio, De Carolis Luca, Fabiani Matteo, Felli Simone, Ferranti Alberto, Gabrielli Vincenzo, Matricardi Roberta, Maoloni Stefania, Traini Marco, Vagni Nazzareno e Volponi Fabio.

“Tufilla Patria Nostra è un gruppo ampio, costituito da quintanari con un’idea precisa e condivisa di sestiere. Negli ultimi anni abbiamo assistito ad una gestione che non abbiamo condiviso e che ha determinato la nascita stessa del nostro gruppo: disaffezione alle attività del sestiere per via delle spaccature che hanno allontanato tanti quintanari, poco spazio ai giovani, mancanza generale di entusiasmo e quando c’è stata la necessità di compiere delle scelte emergenziali, come quella che ha portato un ragazzo esordiente a correre la quintana per Porta Tufilla, abbiamo visto tutti come è andata a finire nel Squarcia. La nostra comunità, secondo noi, ha bisogno di un progetto nuovo e alternativo”. Lo dichiara, in una nota, il candidato caposestiere Giulio Nicoletti che, riferendosi agli obiettivi della lista, conclude: “Gli obiettivi sono quelli di sempre: sostenere Massimo Gubbini affinché torni presto a regalare vittorie a Porta Tufilla, dire stop alle riunione a porte chiuse per un sestiere più inclusivo e aperto, integrare i più giovani per renderli partecipi delle scelte del comitato, dare forza al progetto di crescita del gruppo musici e sbandieratori, anche per tornare ad essere competitivi nelle gare interne, e ricostruire un rapporto di collaborazione e fiducia tra sestiere ed esercizi commerciali del nostro quartiere”.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.