Clicca qui per leggere il documento integrale Corte dei Conti al Comune di Ascoli

ASCOLI PICENO – Qualche giorno di ritardo che ha comportato una sanzione pecuniaria a carico del Comune di Ascoli, comminata dalla Corte dei Conti. Infatti gli enti locali che hanno rinnovato il Consiglio Comunale con le elezioni dello scorso 26 maggio, dovevano redigere la relazione di fine mandato entro il 27 marzo 2019 e pubblicarla nel sito istituzionale dell’ente entro il 18 aprile.

Tuttavia, scrive la Corte dei Conti, “il sindaco del Comune di Ascoli ha sottoscritto la reazione di fine mandato in data 5 aprile, e quindi oltre il termine previsto dalla normativa”. La pubblicazione è avvenuta sul sito internet il 26 aprile, tuttavia, ha fatto notare la Corte, “in una sezione” diversa da quella prevista per legge.

“Il ritardo nella pubblicazione on line non ha consentito alla relazione di fine mandato di assolvere alla finalità di legge di garantire l’esercizio effettivo del controllo democratico dei cittadini sull’attività dell’Amministrazione, essendo stata la stessa resa disponibile oltre il termine ultimo fissato dalla norma” scrive nella comunicazione inviata all’attuale sindaco Fioravanti lo scorso 9 ottobre.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.