ASCOLI PICENO – A seguito delle note vicende e delle recenti dichiarazioni, pubblicate dagli organi di informazione, la società Ascoli Calcio “ritiene doveroso precisare quanto segue”:

l’Ascoli Calcio è una S.p.A. e come tale ha più organi di controllo (Consiglio d’Amministrazione, Organismo di Vigilanza, Collegio Sindacale); inoltre, essendo una società di calcio, oltre agli usuali organi di cui sopra, ha in aggiunta il controllo della Covisoc, quello della Società di Revisione della FIGC (Deloitte) che controllano periodicamente le consuntivazioni di spesa, ed infine quello della Società di Revisione del Club che certifica il Bilancio d’esercizio.
E’ pertanto evidente che la gestione ed il controllo economico e finanziario della Società non sono e non possono essere attività esclusiva di una sola persona all’interno della Società stessa.

La posizione organizzativa soppressa non mette la Società in una situazione di debolezza, in quanto la posizione sarà ricoperta dall’attuale Amministratore Delegato, Andrea Leo, La posizione organizzativa soppressa non mette la Società in una situazione di debolezza, in quanto la posizione sarà ricoperta dall’attuale Amministratore Delegato, Andrea Leo,che, oltre a far parte dell’organo amministrativo della società Ascoli Calcio, vanta una lunga esperienza nel campo amministrativo, finanziario e nel controllo di gestione.

Si evidenzia, a mero titolo esemplificativo, che era già prassi della Società far autorizzare all’Amministratore Delegato, in misura preventiva, tutti i sistemi di pagamento effettuati dalla Società stessa. E’ pertanto evidente che l’Ascoli Calcio non esce minimamente indebolita da questa operazione; al contrario, la soppressione della posizione, economicamente rilevante per la Società, genererà un beneficio da un punto di vista economico e finanziario e, al contempo, il Club potrà godere del know how che l’amministratore delegato ha maturato nelle precedenti esperienze in gruppi strutturati. Si vuole altresì precisare che il licenziamento del dipendente si è svolto seguendo il massimo rispetto delle normative vigenti e soprattutto nel rispetto della persona ed ogni contraria affermazione o ricostruzione è inveritiera.

Infine si comunica che, come già da programma, è stato convocato un Consiglio d’Amministrazione che vedrà fra i punti all’ordine del giorno la presentazione del progetto di bilancio chiuso al 30 giugno, le dimissioni del Presidente del Consiglio e la nuova nomina del Presidente. Il tutto a riprova della massima serietà e capacità operativa della società Ascoli Calcio.

 

 


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.