ASCOLI PICENO – Finisce 2-1 Ascoli-Entella grazie alle reti di Ninkovic al 5′ e Ardemagni 31′, intervallate dal momentaneo pareggio ligure grazie ad una sfortunata autorete di Pucino al 13′; i bianconeri tornano al successo dopo tre sconfitte consecutive e rilanciano le proprie ambizioni di classifica portandosi a 15 punti.

L’allenatore dell’Ascoli Paolo Zanetti: “Questa è la vittoria del gruppo, e non intendo solo la squadra, oggi tutte le componenti si sono impegnate per uscire da un momento difficile. Da Cruz? In questa categoria fa la differenza, ha un cuore d’oro ma non riesce a gestire certe situazioni, mi spiacerà non averlo le prossime gare ma non deve diventare un alibi. Voglio elogiare la squadra, anche in 10 abbiamo gettato il cuore oltre l’ostacolo. Oggi essere fluidi a livello di gioco non era facile per il momento mentale particolare, sono fiducioso per la prossima gara perché ho ritrovato lo spirito della mia squadra”.

Il tecnico dell’Entella Roberto Boscaglia: “Ho fatto una protesta per un presunto fallo di De Luca e sono stato espulso, penso che non vada bene così, si cacciano gli allenatori troppo facilmente. Abbiamo avuto il dominio della partita, abbiamo fatto solo due errori, il nostro unico torto è stato non fare gol”.

Il capitano dell’Ascoli Matteo Ardemagni: “L’importante era avere una reazione ed uscire da questo momentaccio, l’importante era vincere nonostante una prestazione non brillante. La curva è venuta a parlarci e ci ha incitato, essere tutti uniti ci ha reso più forti, noi veterani ci siamo guardati in faccia ed abbiamo cercato di incitare i compagni a dare il massimo. Abbiamo affrontato una buona squadra che ha avuto le sue occasioni, da fuori dal campo non ho avuto la sensazione che avremmo preso gol. Da Cruz ha fatto una prestazione esemplare, è stato espulso ma mi è stato detto che l’arbitro ha esagerato. Siamo e siamo sempre stati con il mister, può portarci lontano”.

Uno dei protagonisti della partita Michele Troiano: “Oggi era importante dare una risposta alla nostra gente e alla società, siamo stati criticati per i risultati ma i questi vengono con le prestazioni. Oggi abbiamo dato risposte su quello che ci era chiesto, sentirsi dire di giocare senza cuore fa male, tra quattro giorni ci aspetta una partita importante, continueremo a lavorare su quello che non va. Per me oggi era una partita a cui tenevo tantissimo, avevo grandissima voglia, tra quattro giorni torneremo in campo, il mister farà le sue valutazioni”.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.