ARQUATA DEL TRONTO – Un tuffo nella storia del territorio con dei ciceroni d’eccezione.

La Fondazione Specchio dei tempi è vicina ad Arquata dal giorno dopo il terremoto dell’agosto di tre anni fa, e continuerà ad esserlo. Dopo la ricostruzione del plesso scolastico “Specchio dei tempi” (scuole infanzia, primaria e secondaria di primo grado) e della palestra, quest’anno la fondazione è stata presente con gli incentivi alle piccole imprese agricole ed artigiane.

Adesso torna a dedicarci alla scuola, finanziando il “Progetto miniguide” . Un piccolo progetto, ma pieno di significati perchè testimonia la voglia dei ragazzi di impegnarsi in prima persona per la rinascita del loro territorio.

Spiegano i referenti di plesso: “L’obiettivo è uno studio delle caratteristiche paesaggistiche, con particolare attenzione agli aspetti geomorfologici e geologici del territorio di Arquata del Tronto, con lo scopo di formare mini-guide che accompagnino gli studenti di altri istituti nella scoperta dei luoghi colpiti dal sisma.

Questa attività ne genererà un’altra, complementare: la realizzazione di cartelli da installare sul territorio che forniscano indicazioni e spiegazioni, anche in lingua inglese e spagnola, insieme a contenuti artistici creati dagli studenti. E’ infine previsto uno studio e approfondimento del patrimonio storico /architettonico, culturale, individuazione e mappatura di sentieri di interesse storico/artistico- culturale/ ambientale.

Individuazione di cibi e prodotti tipici per un percorso eno-gastronomico, che sviluppi la microeconomia locale”.

Per info: www.specchiodeitempi.org/arquatadeltronto


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.