CASTIGNANO – Di seguito una nota, giunta in redazione, da Castignano.

Chilometro zero, biodiversità, legame con il territorio, qualità, riscoperta delle nostre radici: in quest’ottica va vista  la partecipazione del catering Rossano e di Patasibilla alla tradizionale festa d’autunno che si è tenuta a Castignano il 27 ottobre scorso.

Il supermercato Coal di Cicconi Rossano e Sandra con la  sua gastronomia ha proposto gli gnocchi di Patasibilla, società agricola avente sede nel comune di Montegallo riscuotendo un grande successo.

Gli gnocchi prodotti con patate bianche varietà Kennebek sono stati conditi con sughi artigianali di alta qualità ricavati da antiche ricette e sono stati proposti ai visitatori della manifestazione. 

La scelta commerciale del  chilometro zero identifica la volontà di chi  predilige la filiera corta allo scopo di promuovere il patrimonio agroalimentare locale e garantire un prodotto fresco.

E’ un tentativo per interrompere  la catena organizzata dalla grande distribuzione che lavora con i grandi numeri a scapito del rapporto consumatore/produttore   e far riscoprire agli utenti la propria identità territoriale attraverso i piatti della tradizione.

Questi gnocchi vengono prodotti con patate coltivate esclusivamente nell’entroterra ascolano  con una varietà di patate a pasta bianca che ben si adatta al clima fresco e siccitoso dei Sibillini  da poco . Le patate opportunamente trasformate in gnocchi sono un bell’esempio di filiera corta: dal produttore al consumatore.

La fiera d’autunno di Castignano perfettamente organizzata ha fornito una cornice unica per la presentazione dello gnocco montegallese.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.