MONSAMPOLO DEL TRONTO – Seconda edizione per una rassegna culturale che vede partecipi realtà della Vallata del Tronto ma non solo.

Torna “ComunInScena”, il Festival di Teatro Amatoriale piceno che si terrà a Monsampolo del Tronto nel teatro comunale. L’iniziativa è patrocinata dalla Regione Marche, dai comuni di Monsampolo del Tronto, Acquaviva Picena, Monteprandone, Spinetoli, Venarotta.

Le associazioni Lion’s Rose di Monsampolo del Tronto, Anime sul Palco di Monteprandone, Laboratorio Terraviva La Zicagna di Acquaviva Picena, Gruppo Teatrale Aoidos e A-6A di Acquaviva Picena, Ridi Teatro di Venarotta, Nuovo Sipario Aperto di Spinetoli, Uilt Marche (Unione Italiana Libero Teatro) saranno le protagoniste della rassegna che si svolgerà dal 15 novembre 2019 al 31 gennaio 2020.

Oggi, 31 ottobre, conferenza di presentazione a Stella di Monsampolo del Tronto presso il Bar Cupido.

Sono intervenuti Geremia Di Cesare (Coordinatore ComunInScena), Emidio Ciabattoni (Presidente Compagnia Teatrale Lion’s Rose), Quinto Romagnoli (Presidente Unione Italiana Libero Teatro Marche), Massimo Narcisi (Sindaco del Comune di Monsampolo del Tronto), Luigi Balestra (Presidente Nuovo Sipario Aperto), Simone Cameli (Presidente Gruppo Teatro A-6A), Fiorenzo Esposto (Presidente Ridi Teatro), Anna Lanciotti (Presidente Anime sul Palco) e Filippo Gaetani (Presidente Laboratorio Terraviva La Zicagna).

Ad aprire la conferenza, Geremia di Cesare: “Questo progetto è nato nel 2018 da un gruppo di persone appassionate di teatro. Vogliamo promuovere educazione, partecipazione e formazione. Sono presenti importanti compagnie amatoriali del Piceno. La nostra rassegna è consultabile nell’App Fuono che si occupa di eventi nel nostro territorio. Ringraziamo il sindaco Massimo Narcisi per l’ospitalità a Monsampolo del Tronto e le compagnie partecipanti. Il pubblico è invitato a partecipare, si divertirà”.

Il sindaco di Monsampolo del Tronto, Massimo Narcisi, afferma: “Onorati di ospitare la rassegna. Questa rete è un valore aggiunto, si fa squadra ed è un esempio anche per le amministrazioni. Il mio Comune, ma anche gli altri coinvolti nella kermesse, vogliono dare la giusta visibilità alle compagnie locali e a tutti i partecipanti. La cultura deve essere sempre promossa e riconosciuta”.

Quinto Romagnoli dichiara: “La sinergia tra i territori è un’eccellenza per il teatro amatoriale. Questo Festival è una bellissima realtà. Importante il progetto anche per quanto successo tre anni fa con il terremoto dove molti teatri di vari Borghi delle Marche sono rimasti danneggiati e inagibili. E’ stata data subito disponibilità a quelle compagnie che si erano ritrovate senza palco. Le istituzioni devono capire che le compagnie sono dei veri patrimoni per le comunità che danno orgoglio e lustro alla collettività”.

Di seguito il programma, e locandina, delle rappresentazioni teatrali previste nel teatro di Monsampolo del Tronto.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.