ASCOLI PICENO – A poche ore dal fischio di inizio di Ascoli-Venezia, la società bianconera presenta il neo Presidente, Carlo Neri, che ricoprirà la carica fino ad ora coperta da Giuliano Tosti che ha deciso di dimettersi.

A presentarlo il patron dell’Ascoli Massimo Pulcinelli: “Il primo pensiero va a Edoardo Fanini che ci ha lasciato, era sempre vicino a noi e ci dava sempre positività. Siamo qui per presentare il nuovo presidente Carlo Neri ed il nuovo consigliere Massimiliano Mustacchia. Carlo è un professionista con esperienza  a livello mondiale ma è anche un uomo di calcio, è anche allenatore; dopo le dimissioni di Giuliano Tosti non potevamo scegliere meglio”.

“Grazie a tutti – le prime parole da presidente di Carlo Neri – Per me è un onore ed una grande emozione diventare presidente di questa grandissima società. Ho visitato nei giorni scorsi la sede e conosciuti tutti i nostri manager e dipendenti. L’impegno è lasciare tra tot anni una società migliore di quella che ho trovato, che è già di grandissimo livello. Vogliamo esportare il brand Ascoli, facendolo crescere, tutto deve essere al servizio della città e del territorio. Alla squadra ho detto che n campo devono dare sempre tutto, come dice il patron bisogna dare il 120 per cento. Dietro di me c’è un’immagine di lupi, perché la forza del lupo è il branco e la forza del branco è il lupo, i lupi rappresentano ognuno di noi, dai media alle istituzioni, tutti dobbiamo lavorare per lo stesso obiettivo, perseguendolo con ambizione. Stiamo vedendo quello che c’è da fare per lo stadio e per tutte le altre cose da fare, la prima cosa da sistemare subito è la curva sud per riportare un pubblico da Serie A nella loro casa. Rozzi? Inimitabile, sarà per me un’ispirazione”.

“Sono onorato di essere entrato nel consiglio di amministrazione di un club così glorioso – afferma Massimiliano Mustacchia – Da circa un anno e mezzo in famiglia siamo tutti appassionati dell’Ascoli, anche se siamo stanchi di vedere solo la Serie B, vorremmo la Serie A”.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.