ANCONA – “Lo strumento della finanza di progetto è disciplinato dall’art. 183 del Codice dei appalti (Dlgs n. 50 del 2016). È una operazione economico-finanziaria rivolta ad un investimento specifico per la realizzazione di un’opera e/o la gestione di un servizio”.

Così Nardo Goffi, dirigente del Servizio infrastrutture della Regione Marche interviene sulla questione sollevata dai sindacati e rilanciata dal centrodestra: “La procedura sarà pubblica e trasparente. E la Regione ha recepito le osservazioni dei sindacati sulla tutela dei lavoratori”.

“La sanità marchigiana deve essere finanziata con soldi pubblici e non con risorse private. I nuovi ospedali di Pesaro, Ascoli e Macerata devono nascere da investimenti regionali e non esclusivamente dal finanziamento di gruppi privati”. In una nota i gruppi consiliari regionali di Lega, Forza Italia e Fdi esprimono la loro contrarietà al project financing previsto per gli ospedali regionali, raccogliendo e condividendo le preoccupazioni espresse da Cgil, Cisl e Uil. Secondo i gruppi del centrodestra “occorre ripensare il modello organizzativo prima di consegnare la sanità regionale nelle mani di pochi soggetti privati”.

Qui l’articolo con le considerazioni dei sindacati

Tre miliardi di euro per tre ospedali: i sindacati criticano i Project Financing di Ceriscioli


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.