ASCOLI PICENO – “Divieto assoluto di utilizzo delle acque del fosso Vallevenere ai fini irrigui“: lo stabilisce una l’ordinanza sindacale del Comune di Ascoli 723 dell’11 novembre, con la quale si ordina di non adoperare le acque del corso d’acqua (vicino alla strada che porta dal centro storico a Venagrande) a causa dell’elevato grado di contaminazione da escherichia coli e coliformi fecali, a seguito dei campionamenti eseguiti dall’Arpam provinciale lo scorso 27 agosto.

La ripresa dell’utilizzo delle acque del fosso Vallevenere ad uso irriguo è condizionata alla revoca della presente ordinanza, a seguito di acquisizione di parere favorevole del Dipartimento di Prevenzione dell’Asur Area Vasta 5.

Qui puoi leggere l’ordinanza: OrdinanzaSindacale_Originale_723_2019


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.