ASCOLI PICENO – Con Decreto del Commissario numero 444 del 31 ottobre scorso sono stati assegnati alla Regione Marche complessivamente 6,2 milioni di euro, pari al 62 per cento delle risorse complessive, per consentire la realizzazione di 40 aree attrezzate per finalità turistiche in 35 Comuni del cratere sismico.

Per garantire la disponibilità delle aree attrezzate già dalla prossima estate, l’Ufficio Speciale per la Ricostruzione ha inviato una comunicazione ai Comuni interessati, chiedendo di attivare le procedure necessarie per giungere all’approvazione dei progetti entro il 10 gennaio 2020.

“Il decreto era molto molto atteso – ha dichiarato il presidente Luca Ceriscioli – e oggi stesso abbiamo inviato una lettera ai Comuni per informarli dell’approvazione, in modo che possano immediatamente attivarsi. L’obiettivo è quello di poter far usufruire di queste aree per la prossima estate a chi aveva una seconda casa, poter praticare quindi quel turismo di ritorno che ha un enorme valore per le attività economiche che hanno aperto e riaperto in questi territori. Vogliamo accelerare i tempi e per questo abbiamo pensato alla scadenza per i progetti per il 10 gennaio, cioè in tempo utile per avere nella prossima estate spazi e strutture ben allestiti e fruibili”.

In particolare si tratta di una o due aree per Comune, nella provincia di Ascoli Piceno saranno realizzate complessivamente 10 aree camper precisamente a Castignano, Acquasanta Terme, Roccafluvione, Palmiano, Cossignano, Venarotta dove verrà realizzata un’area in ogni comune. Poi ad Arquata del Tronto e a Montegallo dove saranno allestite due aree camper in ogni comune

“ Le Marche, secondo le classifiche– ha concluso il Presidente-  sono già la regione più apprezzata dai camperisti e per il turismo plen air , sia per la quantità che  per la qualità delle aree di sosta . Contiamo con questo intervento non solo di mantenere il primato,  ma di rafforzare anche nelle aree del cratere questa offerta qualificata che ci contraddistingue.”


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.