ANCONA – Capire le origini della moderna rivoluzione industriale (Industria 4.0) per comprendere meglio le potenzialità di un “manufacturing” del futuro, nuovo e avanzato, intelligente e sostenibile. In questo modo i territori delle Marche, con le loro aziende, protagonisti di questa trasformazione, saranno pronti ad accogliere professionisti formati e capaci di cogliere le nuove sfide.

Parte da questa necessità la seconda edizione del Corso di perfezionamento dell’Università Politecnica delle Marche in “Architetture, Processi e Tecnologie Industry 4.0”. Uno strumento in più per entrare nel mondo del lavoro e rendere le persone sempre più capaci di rispondere ai nuovi modi produttivi dell’industria. Il Corso ha un carattere fortemente interdisciplinare che va dall’informatica di fabbrica, alla Lean Manufacturing, all’automazione industriale, alla cyber security.

Non mancheranno anche lezioni sulle normative di sicurezza e sui prerequisiti tecnici di base che debbono possedere i macchinari o gli impianti. Numerose lezioni saranno tenute da rappresentanti di aziende fornitrici di tecnologie e clienti di primaria importanza nel panorama nazionale ed internazionale che hanno avviato il processo Industry 4.0 e verranno analizzati per ciascuno degli argomenti del corso “case-study” reali.

Altre informazioni sul sito della Regione Marche.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.