ASCOLI PICENO – Vittoria in rimonta per l’Ascoli che supera 3-2 il Cosenza dopo essere andato sotto di due reti; di Riviere al 16′, Bruccini su rigore al 21′, Ninkovic al 38′ e Scamacca al 71′ ed all’88’ i gol della partita.

L’allenatore dell’Ascoli Paolo Zanetti: “Ora dobbiamo dare continuità, penso già alla prossima partita, oggi abbiamo visto che nelle difficoltà, che ci siamo creati da solo, sappiamo lottare e correre, non ho mai pensato di non poter recuperare la gara. Mi è piaciuto lo spirito agonistico, che serve in questo campionato, sono contento per i ragazzi, era da tempo che non li vedevo esultare così. Sono contento per Ninkovic, spero che questa grande prestazione lo riappacifichi con la città, è sempre il campo che parla, oggi Ninkovic ha giocato da Ninkovic. Mi sta bene che le attenzioni vadano sull’allenatore così non vanno sui giocatori, la realtà dice che siamo a 2 punti dalla Serie A, il sogno continua. Anche se siamo andati sotto neanche per un secondo ho pensato di non poterla recuperare, avevo visto la squadra con il piglio giusto, queste sono le vittorie più belle che cementano il gruppo. Abbiamo carenze un po’ in tutti i reperti, in avanti abbiamo sicuramente qualità ma dobbiamo migliorare in tutti i reparti. Petrucci? Penso abbia fatto una buona partita, così come Cavion ed Andreoni che oggi ha spinto molto. Ardemagni? E’ normale non essere contenti di uscire ma non ha avuto nessuna mancanza di rispetto. La partita con il Genoa? Ci teniamo, sarà inoltre l’occasione di far giocare chi lo ha fatto meno, a cominciare da Beretta”

Il tecnico del Cosenza Piero Braglia: “Il primo gol dell’Ascoli ha cambiato il corso della gara, loro hanno preso coraggio e noi ci siamo ritirati troppo indietro; abbiamo avuto le occasioni per chiudere la partita, poi abbiamo preso due gol evitabili. Oggi abbiamo commesso errori che non siamo soliti fare, noi siamo stati sempre in partita ma dobbiamo portarle a termine le partite altrimenti i punti li portano a casa gli altri”.

Uno dei protagonisti del match, autore di una doppietta, Gianluca Scamacca: “Le vittorie sono sempre del collettivo, siamo stati bravi a non mollare di un centimetro, sono contento. Il mister a fine primo tempo ci ha detto di continuare il nostro gioco così le occasioni le avremmo avute. Sono giovane e devo crescere, possono capitare momenti non positivo io devo pensare solo a lavorare, Il lavoro alla lunga paga ed oggi ci ha ripagato alla grande, il campionato è imprevedibile, ogni partita può essere decisiva”.

Il laterale destro dell’Ascoli Cristian Andreoni: “So che posso fare ancora meglio, ci tengo a ringraziare lo staff del recupero infortuni, sono arrivato a fine partita un po’ stanco ma ho resistito. C’è stata qualche mia piccola imperfezione sul secondo gol, ringrazio la squadra per essermi stato vicina, siamo un grande gruppo con un grande spirito, riuscire a ribaltare una situazione come quella di oggi può farlo solo un grande gruppo. Io penso di dover migliorare sotto l’aspetto tattico difensivo, viglio lavorarci ogni giorno”


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.