ASCOLI PICENO – Anche un premio nazionale per la To.Be di Ascoli Piceno, dopo i riconoscimenti della Cna regionale delle Marche. L’impresa è stata riconosciuta terza a livello di innovazione a livello italiano. Dopo un’impresa pisana e una bolognese, ecco l’eccellenza ascolana.

Trasmettere dati alla velocità della luce. Il sogno di ogni frequentatore della rete diventa realtà grazie alla “To.Be srl”, un’azienda di Ascoli Piceno, leader nel mercato per quanto riguarda lo sviluppo di prodotti e soluzioni LI-Fi, una tecnologia innovativa che consente la trasmissione dei dati sfruttando la luce Led. Velocità, sicurezza informatica e capacità di non utilizzare radiofrequenze, rendono questa tecnologia estremamente interessante per diversi ambiti applicativi. Il LiFi rientra nelle connessioni di quinta generazione, con un ulteriore vantaggio: è una tecnologia 5G green e, oltre a permettere la navigazione in rete di Pc dotati di opportuna chiavetta, illumina, e allo stesso tempo, invia informazioni rispetto a un determinato oggetto e luogo.

“La ToBe, nostra startup – spiega Francesco Paolo Russo – è nata nel 2016 e abbiamo ottenuto subito un investimento da Tim. Ora cerchiamo un dialogo più produttivo con le istituzioni. Stiamo promuovendo una raccolta di capitali, sia pubblici sia privati, e pensiamo che questo riconoscimento alla finale nazionale di un concorso così importante, targato Cna, ci favorisca nel crowdfunding. Crediamo fortemente nella novità della nostra ricerca, Li-Fi rientra infatti nelle connessioni di quinta generazione. Con un vantaggio in più, è una tecnologia 5G green e, oltre a permettere la navigazione in rete di pc, illumina, e allo stesso tempo, invia informazioni rispetto a un determinato oggetto e luogo, essendo anche un sistema di posizionamento e di geolocalizzazione”.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.