Qui l’articolo VIDEO Sardine: “Siamo in 2 mila. Ascoli non è una città fascista”. E cantano Bella Ciao in Piazza del Popolo

ASCOLI PICENO – L’esordio delle “Sardine” ad Ascoli ha provocato anche la reazione, sia pur soltanto social, della Lega, partito che è al centro della critica del movimento nato a Bologna. Andrea Maria Antonini, segretario provinciale della Lega, si è affidato ad un post (e ad una foto) su Facebook:

“Eccoli. Dovevano riempire la piazza. Hanno fatto proclami per far venire gente dal Lazio, Umbria, Abruzzo. Si sono mossi i piani alti del Partito Democratico con pubblici inviti. Questo è il risultato, oltre la metà dei presenti veniva da fuori Ascoli (speriamo in qualche incasso in più nei bar cittadini)” scrive Antonini.

L'immagine può contenere: una o più persone, persone in piedi, folla, campo da basket e spazio all'aperto

“Un flop clamoroso che in rete, pubblicando foto con prospettiva dal basso, stanno spacciando come successo. Io sto chiedendo loro di pubblicare questa foto dall’alto, chiedeteglielo anche voi. Alterano la realtà continuamente. Ci hanno detto che non c’era il Pd dietro loro. Ci hanno detto che la piazza era piena. E poi si domandano perché in provincia di Ascoli alle ultime elezioni europee la Lega è stato il primo partito in tutti e 33 i comuni della Provincia. Lunga vita alle sardine di tutto il mondo. Grazie” conclude.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.