FABRIANO – “Il premier Conte non ha risposto alla mia lettera, ma lo ha fatto la Corte Costituzionale”.

Lo ha dichiarato il presidente della Regione Marche, Luca Ceriscioli, a margine della tavola rotonda organizzata a Fabriano dalla Cia-Agricoltori italiani “Rivivere l’Appennino“. Il riferimento è alla lettera scritta qualche giorno fa per chiedere al presidente del Consiglio emendamenti al decreto sisma su autocertificazione, ricostruzione pubblica e personale addetto agli uffici; e alla sentenza della Consulta che ha riconosciuto come in materia di protezione civile e ricostruzione post sisma, serva l’intesa Stato-Regioni e non solo il semplice parere.

“Vengo ora da Bolognola dove si è inaugurata un’ennesima opera pubblica, nonché due privati che hanno riqualificato le strutture – ha detto il governatore – ma non è l’eccezione che fa la regola. La regola ha bisogno ancora di semplificazioni, soprattutto per la ricostruzione sia pubblica che privata, e la conferma del personale che lavora all’Usr”.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.