ANCONA – Conformità degli spazi (capienza), salubrità degli ambienti (divieto di fumo), divertimento consapevole (senza abusi di alcol o uso di droghe), programmazione responsabile (rispettando la capienza del locale e con la consapevolezza di non poter portare una star della musica giovanile in un magazzino agricolo), raccordo con le forze dell’ordine, formazione del personale nei temi security e safety, corretta comunicazione, tutela assicurativa e utilizzo di un segno distintivo per le strutture aderenti.

Sono i punti chiave del “Codice etico dell’intrattenimento-Regole per i locali a tutela dei minori” sottoscritto a giugno dal Garante dei diritti Andrea Nobili, dal direttore generale Confcommercio Marche Massimiliano Polacco e dalla presidente del Cogeu (Comitato unitario genitori) Luigina Bucci, dopo la tragedia della discoteca Lanterna azzurra di Corinaldo, dove morirono 6 persone schiacciate nella calca. Se ne è parlato in una tavola rotonda a Senigallia, un anno dopo la tragedia.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.