FOLIGNANO – Danza, teatro e solidarietà. Un tris perfetto che si concretizzerà sabato 14 dicembre al PalaRozzi di Villa Pigna per l’evento “Accendiamo il Natale” appuntamento che nasce dalla collaborazione tra il Comune di Folignano grazie all’impegno dei consiglieri delegati Raffaella Vagnoni e Laura Addis, l’Associazione So-Stare, la parrocchia di San Luca Evangelista, la presidente della Proloco di Folignano Cinzia Ventili, la scuola di danza Danzarte diretta da Claudia Casimirri e la Compagnia Teatro delle Foglie di Eugenio Brega e Paolo Clementi.

Il programma: Il pomeriggio di festa comincerà alle ore 15.30 a Piazza Simon Bolivar con l’accensione del grande ‘Albero di Natale’ alla presenza del Sindaco Matteo Terrani, del Parroco Don Franco, dei bambini delle scuole, dei gruppi scout e di tutte le persone che vorranno partecipare. “Abbiamo voluto che i bambini fossero i protagonisti – spiegano i consiglieri comunali – perché il Natale è la loro festa e l’albero è soprattutto simbolo di speranza e fede”.

Dopo l’accensione del grande abete ogni bimbo presente prenderà una luce e ci sarà una fiaccolata di pace che partendo da piazza Simon Bolivar arriverà al Palarozzi dove il pomeriggio di festa proseguirà con la danza proposta dagli allievi della scuola Danzarte

“Abbiamo risposto con piacere alla chiamata del Comune – ha affermato la direttrice Claudia Casimirri – perché il Natale è la festa della famiglia e i nostri allievi volevano partecipare proponendo una esibizione in tema natalizio che vedrà la presenza di circa 50 ballerini di età compresa tra da 7 a 18 anni.”

Non solo danza ma spazio anche al teatro proposto dalla storica Compagnia Teatro delle Foglie di Eugenio Brega e Paolo Clementi che alle ore 18 presso la Parrocchia di San Luca Evangelista porterà in scena “Natale d’Autore” uno spettacolo/lettura scenica che vuole essere un racconto della vita e della realtà umana attraverso storie di gioiose speranze e cieli che si aprono.

Nel corso della serata saranno raccolti fondi da destinare alle Suore Oblate del Ss. Redentore che attraverso la casa di accoglienza “Casa Antonia” da molti anni operano nel comune di Folignano a favore di donne svantaggiate. Un pomeriggio di danza, teatro e solidarietà quindi affinchè la luce dell’albero possa davvero arrivare a tutta la comunità, per aspettare il Natale all’insegna della famiglia e dell’attenzione per i meno fortunati.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.