ASCOLI PICENO – Nella città del travertino, vero monumento all’aperto della bellezza medievale, il tema dell’accessibilità è sicuramente molto importante e sentito. Ascolto&Partecipazione, gruppo consiliare di opposizione, attraverso i suoi due consiglieri comunali Emidio Nardini e Antonio Canzian, ha presentato una interrogazione in merito al problema relativo alla Sala dei Savi, che si trova a Palazzo dei Capitani, in Piazza del Popolo, e sede di numerose conferenze e incontri pubblici.

“Il servoscala necessario per raggiungere la Sala dei Savi, obsoleto e tecnologicamente sorpassato, non ha né la potenza né le dimensioni per poter trasportare persone con le moderne carrozzine elettriche alle quali, pertanto, è di fatto impedito l’accesso alla medesima – scrivono, e quindi, interrogano il sindaco Marco Fioravanti per sapere se “e intende perseverare nella incivile, oltre che fuorilegge carenza di accessibilità alla sala dei Savi”, “quali misure urgenti intende intraprendere l’Amministrazione Comunale per rendere la città ed i servizi pubblici fruibili anche dalle persone con disabilità?”.

Inoltre: “se il Comune di Ascoli Piceno ha provveduto a censire i molteplici punti critici presenti sul territorio comunale al fine di eliminare tutte le barriere architettoniche garantendo il diritto alla mobilità anche alle persone con disabilità” e “se e quante risorse sono state previste nel Piano Triennale delle Opere Pubbliche per l’abbattimento”.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.