ASCOLI PICENO – Il giorno dopo c’è ancora tanta amarezza in tutto il Piceno per il grave sinistro avvenuto il 18 dicembre sull’Ascoli-Mare.

Parliamo dello scontro fra due auto, una Fiat 500 e una Fiat Punto, avvenuto all’altezza di Spinetoli direzione San Benedetto. Uno dei mezzi aveva preso anche fuoco dopo l’impatto ma fortunatamente la persona a bordo, una ragazza di 26 anni di San Benedetto, era stata tirata fuori dall’abitacolo da alcuni automobilisti di passaggio prima del peggio.

Qui il nostro articolo

Incidente sull’Ascoli-Mare, muore una 72enne: ferita 26enne. Scontro fra auto, un mezzo ha preso fuoco

 

La dinamica dello scontro è affidata alla Polizia Stradale di Ascoli, gli agenti coordinati dal Comandante Luca Iobbi sono al lavoro per ricostruire quello che è avvenuto. Sul luogo erano intervenuti anche i Vigili del Fuoco oltre al personale sanitario del 118.

La ragazza attualmente si trova ricoverata al Torrette di Ancona per le cure mediche, giunta in eliambulanza presso il nosocomio: la prognosi risulta ancora riservata.

E’, purtroppo, morta l’altra donna rimasta coinvolta nel sinistro: la 72enne Zena Michettoni. Vano il trasporto in ospedale in Riviera, troppo grave il trauma riportato nello scontro.

Ad Ascoli c’è incredulità e grande tristezza per la scomparsa della nota docente di Lettere alla scuola media “Ceci”. Tante persone avevano avuto la 72enne come insegnante e tutte erano rimaste colpite dalla bravura e dalla generosità della donna. La docente, vedova, aveva due figli che vivono lontano dalla città delle Cento Torri. La salma, attualmente, si trova ancora nell’obitorio di San Benedetto, a disposizione dell’autorità giudiziaria. Si aspetta il rilascio e la consegna ai familiari per i successivi funerali.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.